Post Image

Questa formula nasce con l’idea di ritrovare i burattini sotto casa o all’angolo della via, portare la propria seggiola e sedersi a guardare divertendosi, come quando esisteva il Teatro popolare. Un Teatro che va dal popolo, che parla delle problematiche del popolo, che si riconosce nel popolo, che mantiene inalterate le caratteristiche di interesse, aggregazione, coinvolgimento culturale e sociale. L’Ape car PM 703 Piaggio è attrezzato per essere autonomo completamente, illuminazione, energia elettrica, amplificazione sonora, e, volendo, anche una cinquantina di posti a sedere su panchine. Una sponda dell’Ape car diventa insieme al cassone il palcoscenico di appoggio per una baracca che sarà allestita sopra di piccole dimensioni ma sufficiente per soddisfare anche un pubblico di 2 o 3 cento persone.

I burattini che si animeranno nella baracca posta sopra questo originale mezzo di trasporto sono i classici personaggi del Teatro popolare quelli che identificano e copiano gli usi e i malcostumi del popolo rendendoli grotteschi e , perciò, ridicoli. Questi personaggi sono i classici Fagiolino, Sandrone, Gaspare Testarisa, Polonia, Brighella, Pantalone, Dottor Balanzone, e altri generici o con ruoli indispensabili per le storie classiche quali Re, Principi, Principesse, servi, etc.

Condividi su
Tagged in